Il nostro catamarano

Polinesia Francese

Un'avventura lunga mezzo giro del mondo

Selavì, che suona come C'est la Vie: un nome un po' fatalista, perché la vita è strana e col tempo ci insegna a mai dire mai.

Dopo molti, moltissimi anni trascorsi a navigare per il mondo su barche a vela oceaniche, nel 2010 ci ritroviamo, con un bambino di 2 anni ed un'attività avviata di ecocrociere ai Caraibi, a riflettere su un catamarano.

Titubanza e dubbi: nel mondo della vela il catamarano è ancora visto con sospetto, ed anche noi, naviganti della scuola tradizionale, non facciamo eccezione. Ci informiamo, consultiamo, facciamo il giro col gommone degli ancoraggi per parlare con gli equipaggi di tutti i catamarani che incontriamo.

Alla fine scegliamo il Bahia 46 per le sue caratteristiche marine: alto sull'acqua e veloce, spazioso con le sue 4 cabine matrimoniali, ed allo stesso tempo maneggevole per essere portato da due persone in tutte le condizioni; non troppo grande, di modo da poter essere alato (= tirato in secca) in tutto il mondo.

Il Bahia 46, uno dei progetti più riusciti del cantiere Fountain Pajot.
Un piano di coperta di oltre 100 m2, abbondanza di spazio di manovra e relax!

Il nostro catamarano!

Troviamo Selavì in un porto di Ibiza, alle Baleari, ed è amore a prima vista. In poche settimane siamo pronti a salpare. È l'occasione per ripercorrere dopo anni le nostre amate rotte Mediterranee, la Corsica, le Baleari. Poi, pochi mesi dopo, riprendiamo la via dell'Oceano e torniamo ai Caraibi.

Luglio 2010 - La nostra prima navigazione con Selavì, da Ibiza verso la Corsica. I delfini ci vengono a salutare... come si vedono bene dalla rete del catamarano!
Dicembre 2010. La traversata atlantica, quindici giorni di Oceano da Lanzarote alle Canarie sino alla Martinica, con una sosta a Capo Verde per tornare ancora una volta a Mindelo. Questa traversata in famiglia mette in evidenza tutta l'affidabilità, il comfort e, last but least, la velocità di questo splendido catamarano.
I Caraibi. Li conosciamo bene, dalle Bahamas a San Blas, passando per tutte le isole delle Piccole Antille, perché ci abbiamo navigato dal 2000 al 2010, a bordo di due diverse barche a vela. Tornarci con il catamarano è puro piacere!

Verso la Polinesia

Inevitabilmente, dopo qualche anno, l'Oceano ed il viaggio chiamano ancora. Nel 2014 le porte del canale di Panama si aprono davanti alla nostra prua: ci aspettano mille e mille miglia di mare, le Galapagos, dove siamo rimasti 3 mesi, la Traversata del Pacifico, le Marchesi, la Polinesia.

15 Giugno 2014, si aprono le gigantesche chiuse del canale di Panama: inizia la più bella avventura alla scoperta dei mari del SUD.
Giugno - Settembre 2014. Raggiungere le Galapagos via mare, accolti dai leoni marini e dalle sule dai piedi azzurri, un momento indimenticabile. Tre mesi fra San Cristobal, Puerto Ayora ed Isabela, per conoscere le vere Galapagos, al di là della vetrina per i turisti.
Settembre 2014 – Traversata dell'Oceano Pacifico. Un'avventura al di là dell'immaginazione, 18 giorni di acqua pura all'orizzonte.
Le Marchesi. L'arcipelago più lontano da qualsiasi continente, in mezzo all'Oceano Pacifico. Già Polinesia, quella vera e profonda, dei tatuaggi, degli haka, dell'incredibile artigianato. Marchesi è il posto dove si lascia il cuore.

Tante avventure, tante ecocrociere, tanti amici, tante onde, tante miglia.

Oggi, con mezzo giro giro del mondo nella scia, non potremmo essere più soddisfatti della nostra scelta: Selavì ci ha portato in comfort e sicurezza nei posti più belli, affrontando senza esitazioni due traversate oceaniche in famiglia ad equipaggio ridotto.

Grazie al suo pescaggio ed alla sua grande stabilità, abbiamo esplorato baie ed ancoraggi dove non avremmo potuto entrare con i monoscafi, ed oggi è senza dubbio il mezzo più adatto per scorazzare nell'arcipelago più bello del mondo, le Tuamotu.

Chi siamoCatamarano

Chi siamo

Una famiglia italiana, che vive e naviga a bordo del proprio catamarano in Polinesia Francese. Seguendo sogni ed ispirazioni abbiamo visitato alcuni dei luoghi più belli del Pianeta.

Vuoi saperne di più?

Una domanda, un saluto, un suggerimento... Scrivici!